Come migliorare il rendimento degli studenti stranieri in difficoltà? Indicazioni e questionario esemplificativo per favorire un approccio interculturale e gestire lo svantaggio linguistico

di Claudia Gabrieli (Rivista BES e DSA in classe)

SCARICA QUI IL QUESTIONARIO “ATTEGGIAMENTO VERSO L’INTERCULTURALITÀ”

Nella scuola italiana la presenza di alunni provenienti da Paesi europei ed extraeuropei costituisce sempre più la norma piuttosto che l’eccezione.

Della nuova identità scolastica fanno parte alunni di cittadinanza non italiana, ma nati in Italia, per i quali la nostra lingua si configura come “lingua seconda” rispetto a quella materna, e alunni neo-arrivati che non conoscono la nostra lingua e si esprimono solo nella lingua madre.

Modalità di verifica e valutazione nel Piano Didattico Personalizzato: cosa sapere e come impostare una scheda di autovalutazione per lo studente

pdpdi Alessia Vilei (Rivista Bes e Dsa in classe)

SCARICA QUI un esempio di SCHEDA DI AUTOVALUTAZIONE dello studente

Il PDP è uno strumento che permette di applicare modalità didattiche e valutative flessibili, ispirate al principio della personalizzazione della didattica, volto a consentire la realizzazione delle più alte potenzialità di ciascun allievo. Se opportunamente interpretato e utilizzato, esso ha una ricaduta positiva sull’intero gruppo classe: infatti, ogni intervento orientato all’aiuto di allievi con DSA può essere estremamente utile anche per gli altri.

Laboratori extrascolastici per l’autonomia e il potenziamento degli apprendimenti: come attivarli nella scuola primaria?

NewClass08001di Alessia Vilei (Rivista BES e DSA in classe)

SCARICA QUI la scheda operativa per la preparazione dello schedario degli argomenti per i laboratori

Come sappiamo, oggi le realtà delle classi della scuola di ogni grado sono molteplici: BES, DSA, ragazzi che non hanno problemi d’apprendimento ma che hanno bisogno di sviluppare un metodo di studio autonomo ed allo stesso tempo efficace, ragazzi che necessitano di potenziamento in aree specifiche, e così via. 

Approvata dalla Regione Lazio la legge sulla lingua dei segni

lisE’ stata approvata dal Consiglio Regionale del Lazio la legge sulla promozione del riconoscimento della Lingua Italiana dei Segni (“Disposizioni per la promozione del riconoscimento della lingua italiana dei segni e per la piena accessibilità dello screening auditivo neonatale”), dando attuazione all’articolo 21 della convenzione Onu del 2006 sui diritti delle persone con disabilità, ratificata dall’Italia nel 2009, e alle risoluzioni del Parlamento europeo adottate a partire dal 1998.

Ansia nell’ età evolutiva: quali sono i campanelli d’allarme? Checklist pratica sui segnali da non sottovalutare

ansiaRossana Gabrieli (Rivista BES e DSA in classe) e Paola Manno

SCARICA QUI la checklist sui segnali di manifestazione di ansia in età evolutiva.

L’ansia si articola in svariate forme, dalla più “sana” che implica uno stato di attivazione psicofisiologica, l’arousal, si giunge a casi di veri e propri disturbi psichiatrici, che numerose ricerche hanno dimostrato essere in aumento.

Documento del 15 Maggio: l’allegato per gli alunni con disturbi specifici di apprendimento

senErasmo Modica – Nei precedenti post sono stati discussi la struttura del Documento del 15 Maggio e l’allegato da inserire per gli alunni con disabilità. In questo post si prenderà in considerazione l’allegato che bisogna inserire nel Documento, nel caso in cui nella classe fosse presente un allievo con disturbi specifici di apprendimento.

Così come detto nel caso degli studenti con disabilità, anche le informazioni relative agli studenti con DSA sono sono assolutamente riservate e, per tale ragione, nel Documento del 15 maggio