Difficoltà di apprendimento e Istruzione per adulti

Disturbi specifici apprendiemnto adultiClaudia Gabrieli, autrice per la rivista “BES e DSA in classe” – I CPIA  (Centri Provinciali per l’Istruzione degli Adulti) accolgono tutte quelle persone (adolescenti, stranieri immigrati, italiani adulti) che intendono proseguire il proprio percorso scolastico e conseguire un titolo di studio; ai suddetti Centri accedono dunque anche gli adulti dislessici, disortografici e discalculici, con difficoltà nelle abilità di lettura, scrittura e calcolo.A queste persone deve essere garantita pari opportunità di apprendimento e di successo formativo, attraverso l’adozione di strumenti compensativi e dispensativi e di modalità valutative personalizzate (L. 170/2010).

I percorsi formativi dei CPIA includono corsi di 200 ore sia per l’acquisizione delle competenze attese in esito al percorso di scuola primaria sia per l’alfabetizzazione e l’apprendimento della lingua italiana per adulti stranieri: se tale quota oraria può sembrare esigua rispetto alle abilità e alle conoscenze prescritte dalle Indicazioni Nazionali per il Curricolo (2012), a maggior ragione l’offerta formativa prevista per l’acquisizione delle competenze di base, così come attualmente formulata nei CPIA, appare del tutto inadeguata rispetto ai bisogni di apprendimento di tutti coloro (adulti con difficoltà o disturbo di apprendimento, ma anche analfabeti di ritorno) che necessitano di interventi educativi sistematici e mirati per il rinforzo e il potenziamento delle abilità di scrittura, lettura e calcolo deficitarie.

I commenti sono chiusi.