Cosa fare se il consiglio di classe non si attiene a quanto previsto nel PDP?

Per mia figlia di 17 anni che frequenta la classe 3 di un istituto tecnico superiore abbiamo fatto richiesta ad inizio anno di BES, la scuola ad inizio dicembre ha redatto il PDP ma ad oggi alcuni docenti non rispettano quanto indicato in merito agli strumenti dispensativi. Ho fatto già presente il problema al dirigente ed al docente coordinatore di classe ma la situazione persiste. Come devo comportarmi per tutelare mia figlia? Grazie.

Un alunno BES o DSA ha diritto a una valutazione trasparente?

Salve, mio figlio frequenta l’ultimo anno del liceo scientifico. Ogni anno ha sempre avuto il PDP, anche se è stato bocciato un anno, perché secondo le insegnanti non avevo fatto la richiesta in tempo. Può dirmi a cosa avrebbe diritto il ragazzo per affrontare serenamente l’esame di Stato? (La scuola mi ha già comunicato insufficienze non gravi in scienze, inglese e italiano). Ritengo che oltre a “crocettare”, sarebbe necessario aggiungere dei chiarimenti soprattutto in merito a come il ragazzo viene valutato nelle varie discipline.

Disturbo dell’attenzione: come si manifesta

attentionDi Rossana Gabrieli (Rivista BES e DSA in classe) – Parlando di disturbo dell’attenzione ci riferiamo ad una situazione patologica caratterizzata da facile distraibilità o disattenzione, per cui chi ne soffre non riesce a portare a termine un compito. A volte (ma non sempre) questa situazione è accompagnata anche da impulsività e iperattività.

Quali indicazioni inserire in un PDP per un alunno con Disturbo Oppositivo Provocatorio?

Sono un docente della scuola media superiore, quest’anno in una delle mie classi è presente un alunno con Disturbo Oppositivo Provocatorio. Il D.S. mi ha incaricato, insieme ad altri colleghi, di preparare un PDP per BES per questo alunno. È il primo caso che mi capita con questa patologia e ho difficoltà ad individuare dei criteri specifici per la sua stesura.

La dispensa dalle prove scritte della maturità per gli alunni con DSA si può attuare solo per le lingue straniere?

Vorrei sapere se la dispensa dal sostenere le prove scritte per allievi DSA si può mettere in atto per qualsiasi materia o solo per le lingue e se la dispensa dagli scritti viene accettata in sede di esame di maturità. So che in occasione degli esami di maturità è possibile somministrare prove equipollenti agli allievi con programmazione semplificata e agli allievi DSA. Non mi è mai successo di assistere ad un esame in cui si sia verificata questa situazione, quindi vorrei sapere se e con quali criteri e tempi la commissione predispone tali prove dopo la ricezione delle stesse in versione “standard” dal MIUR.

Quali strategie è possibile adottare con un alunno con Disturbo Oppositivo Provocatorio?

Sono un’insegnante di inglese in un istituto tecnico della provincia di Monza. In tutte le classi ho ragazzi definibili DOP, ma uno in particolare mi indispone e mi rende difficile trovare una relazione positiva con lui. È di classe terza, quindi ha 16 anni. Cerca sempre di svalutare le attività che propongo dicendomi anche chiaramente che la prof dell’anno scorso era più brava di me.

Suggestopedia per l’insegnamento delle lingue straniere

sensenDi Rossana Gabrieli (Rivista BES e DSA in classe) – Si parla molto di approccio umanistico affettivo nell’insegnamento delle lingue straniere, nonché per l’insegnamento della lingua italiana a stranieri. Tra le metodologie incluse vengono annoverate, il Silent Way, il Total Phisical Response e la Suggestopedia, nel quadro della psicologia umanistica di Carl Rogers.

Disturbi del linguaggio e disturbo d’apprendimento: c’è correlazione?

disturbo_linguaggioDi Rossana Gabrieli (Rivista BES e DSA in classe) – È nota agli esperti del settore, ed è stata osservata anche a livello scolastico, una stretta correlazione tra disordini fonologici, nel periodo della frequenza della scuola d’infanzia (3/6 anni), e lo sviluppo di successive abilità di lettura, scrittura, spelling e capacità matematiche, ovvero tutti quegli aspetti che ricadono all’interno della definizione di Disturbi Specifici dell’Apprendimento.

Come comportarsi quando il Consiglio di Classe non è attento agli alunni con BES?

Serena – Salve, per favore ho una ragazza di 14 anni che rientra nei bes vorrei sapere come regolarmi con la scuola di mia figlia iscritta al primo anno di un istituto superiore che non tutti i docenti di classe sono attenti a questo bisogno /diritto di mia figlia. Nel primo quadrimestre ha riportato molte insufficienze e non sono stati rispettati secondo noi certi criteri che rientrano nei bes , creando non pochi problemi nella ragazza già sofferente per problemi avvenuti con alcuni compagni di classe all’inizio dell’anno scolastico ed oggi in cura da una pedagogista clinica.