E’ obbligatorio redigere il PDP per alunno individuato come BES in assenza di documentazione?

Sono un’insegnante di sostegno della scuola primaria. Le scrivo per avere dei chiarimenti circa la tematica relativa ai bambini con bisogni educativi speciali.

Dopo avere esaminato la normativa di riferimento vorrei sapere se nel momento in cui il team dei docenti individua un alunno con bisogni educativi speciali, non avente né certificazione né diagnosi, è un obbligo redigere il Piano Didattico Personalizzato o una facoltà dato che, visionando la nota 2563 del 22 novembre 2013, in alcuni casi la stesura di un PDP sembrerebbe essere a discrezione del team dei docenti o ricadente nell’eccezionalità come per i bambini stranieri. 

Vademecum per un buon effetto pigmalione: BES, DSA e benefici sul percorso formativo

effetto pigmalioneDi Rossana Gabrieli (Rivista BES e DSA in classe) – L’atteggiamento degli adulti significativi può incidere sull’autopercezione, sull’autostima e, in finale, sul rendimento scolastico di un soggetto? La risposta è sì, ed è confermata da un esperimento sicuramente non recente (parliamo del 1968), ma sempre interessante e molto studiato nell’ambito della pedagogia e della psicologia sociale.

Disortografia e lingue straniere: difficoltà ed errori

disortografiaDi Rossana Gabrieli (Rivista BES e DSA in classe) – Le problematiche in cui si declina il Disturbo Specifico dell’Apprendimento, secondo quanto stabilisce la Legge 170, sono dislessia, disgrafia, disortografia e discalculia. Non sempre è chiaro a tutti (insegnanti e/o genitori) in che cosa consista la differenza tra disgrafia e disortografia, ma si tratta di problematiche differenti, sebbene entrambe collegate all’abilità della scrittura.

Le disfunzioni esecutive possono causare difficoltà nelle relazioni tra i bambini?

Disfunzioni esecutivered – I bambini, durante le fasi della loro crescita, vanno incontro ad un processo di maturazione cognitiva, emotiva e fisica. Tra le varie abilità che essi sviluppano, vi sono quelle relative all’esecuzione di determinati compiti come pianificare, organizzare, pensare in modo strategico. Ma molti bambini con difficoltà di apprendimento maturano determinate abilità esecutive con un certo ritardo rispetto ai loro coetanei. 

Modello di Piano Didattico Personalizzato (PDP) per allievi con Bisogni Educativi Speciali (BES)

Special Educational NeedsUSR Piemonte – Al termine del primo anno di utilizzo e sperimentazione del modello di PDP per gli allievi con Bisogni Educativi Speciali (BES), proposto da codesto Ufficio Scolastico Regionale, si invia in allegato alla presente nota la nuova versione del modello, revisionata parzialmente alla luce delle indicazioni emerse durante la fase di confronto e verifica sull’efficacia dello strumento e sulle pratiche educative e didattiche concretamente attivate dai docenti, nell’a.s. 201314.