Cosa fare quando i docenti non tengono conto delle necessità di ragazzi BES o DSA?

A mia figlia hanno scoperto la dislessia discalculica in seconda superiore. Avevamo già fatto un mese prima la BES fin qui tutto bene peccato che non hanno mai seguito la legge 170: interrogazioni a sorteggio; compiti in classe di matematica scritti a mano dalla prof. da decifrare; verifiche uguali di misura coi compagni, cioè 26 esercizi a tutti compresa mia figlia in inglese.

E’ importante la formazione dei docenti in tema di BES? Cosa possono fare i genitori se i docenti non sono formati?

Buongiorno, scrivo questa mail dopo un anno scolastico estremamente faticoso. Mio figlio ha appena concluso il primo anno di liceo linguistico. Tralasciando l’errore di valutazione, che ha portato a ritenere mio figlio, per tutto il primo quadrimestre fino alla metà di aprile, un dislessico mentre è discalculico con una leggera forma di disturbo dell’attenzione del testo e non un deficit di decodifica. Tralasciando altri errori come l’assoluta mancanza di privacy, rivelando alla classe le difficoltà di mio figlio in sua assenza, e causando forti ripercussioni sullo stato psicologico, mi chiedo come sia stato possibile che nessuno dei professori si sia soffermato a leggere quel documento che ho presentato al momento dell’iscrizione, dietro al quale si nasconde un impegno costante di logopedisti,

Cosa fare quando un docente ha un atteggiamento ostile nei confronti di un bambino BES o DSA?

Buongiorno, sono la mamma di un bimbo di 3° primaria che fin dall’asilo fu segnalato all’Asl per sviluppo del linguaggio non adeguato alla sua età, preso in carico, è stato trattato con cicli di logopedia dal 2010 al 2012. Da 2 anni mi sto logorando lo stomaco perché combatto contro un’insegnante, retrograda, che incolpa mio figlio prima di essere viziato, poi bugiardo poi iperattivo insomma mi ha detto ben chiaramente di fargli cambiare plesso perché secondo lei non regge il tempo pieno dell’intera settimana.