Incontro a Troina per discutere sulle novità scientifiche relative ai Disturbi Specifici di Apprendimento

convegno_dsaImportante incontro all’Oasi di Troina l’11 e il 12 settembre scorso tra gli operatori della scuola, esperti e accademici per discutere dei Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA) che nell’età d’obbligo scolastico riguardano in Italia dai tre bambini ai cinque bambini su cento, mentre in Sicilia il fenomeno interessa oltre duemila bambini

Troina 12 settembre 2015  Un moltitudine di insegnanti di ogni ordine e grado, pedagogisti, psicologi, esperti e docenti universitari per due giorni, venerdì 11 e sabato 12, si sono confrontanti all’Oasi di Troina (EN) sulle ultime novità scientifiche legate ai Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA), un fenomeno in continua crescita come si evince dalle statistiche ministeriali e alla base di un crescente tasso di abbandono scolastico, specie nel Sud e nelle isole. I DSA ovvero disturbi specifici dell’apprendimento che interessano nella maggior parte dei casi le attività di lettura, scrittura e calcolo e che comportano la  non autosufficienza durante il percorso scolastico, rappresentano un tema di forte attualità. Si tratta di disturbi che investono il sistema scolastico italiano e le famiglie, ma anche il Servizio Sanitario Nazionale, le Università, le Associazioni e i centri privati che a vario titolo sono chiamati a gestire, ognuno per le proprie competenze, questo disturbo. I DSA affliggono bambini e ragazzi in età scolare che debbono essere aiutati in maniera adeguata altrimenti determinerebbero conseguenze sia sul piano individuale, in quanto si evidenzia un abbassamento del livello scolastico, sia sul piano della dimensione sociale e lavorativa. “L’obiettivo del convegno come ci ha spiegato il dottore Serafino Buono – Direttore dell’UOC di Psicologia dell’IRCCS di Troina e coordinatore scientifico dell’evento – è stato quello di collegare il mondo della sanità, della scuola e quello scientifico per cercare dei collegamenti tra la scienza e la clinica attorno al tema dei bambini con DSA e con condizioni cliniche e non, conglobati nei Bisogni Educativi Speciali. Questo collegamento è importante – ha detto Buono – perché il lavoro che fanno i clinici deve integrarsi con l’attività degli insegnanti nelle loro fasi d’intervento quotidiano”. Pertanto la condivisione di una piattaforma comune di conoscenze su questo tema, è importante per giungere ad una gestione ottimale di questi disturbi.

Il convegno organizzato a Troina dall’IRCCS Oasi Maria SS e dal titolo: “Diagnosi e intervento per DSA E BES tra buone prassi e criticità”, ha visto infatti la presenza di quasi mille partecipanti e i principali esperti sulla tematica, provenienti da diverse e importanti Università italiane. L’importante evento ha avuto la collaborazione delle Università di Catania, Enna, Messina e Palermo. L’iniziativa è stata patrocinata dall’Assessorato della Salute – Regione Sicilia, dall’Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia, dall’Ordine Psicologi Regione Sicilia, dall’AIRIPA, dal CNIS, dall’AID,  dalla FLI Sicilia e dall’Ordine Assistenti Sociali.

 Salvo Calaciura

IRCCS – Associazione Oasi Maria SS

Ufficio Stampa – Addetto Stampa

Via Conte Ruggero , 73

94018 Troina (EN)

Phone +39 0935/93.66.72

Mobile  +39 338/77.84.069
Fax +39 0935/93.62.15

scalaciura@oasi.en.it

I commenti sono chiusi.