Cosa fare quando la richiesta verbale dell’attivazione di un percorso BES non viene presa in considerazione?

Sono mamma adottiva da 10 anni di 2 ragazzi ora adolescenti di 15 e 16 anni.

Nell’ambito scolastico sono stati considerati sempre molto intelligenti ma poco propensi al rispetto delle regole. Ad oggi, sono entrambi alle superiore, la situazione non è migliorata, anzi, sotto l’aspetto dell’attenzione è peggiorata, viene fuori una stanchezza emotiva che li sta portando ad andare a scuola demotivati con poca autostima.

La scuola prevede i BES e malgrado la mia richiesta verbale alla coordinatrice, ben 2 mesi fa,  ad oggi non ho ancora capito cosa vogliono fare.

Da mamma preoccupata, chiedo un suo consiglio in merito.

Rossana Gabrieli – Gentile signora,

immagino che le problematiche da lei riferite, relative sia agli aspetti comportamentali che alle difficoltà attentive, siano confermate dai docenti dei due ragazzi.

Se ho ben capito, però, fino ad ora, si è fermi a livello di colloqui scuola-famiglia e la sua richiesta di riconoscimento di bisogno educativo speciale sia rimasta a livello verbale.

Se, ad oggi, non ha ottenuto risposta, le suggerirei di presentare una richiesta scritta in tal senso, rivolta al Dirigente Scolastico ed al coordinatore di classe, coinvolgendo anche il referente per gli studenti BES e DSA presenti nell’Istituto.

Cordiali saluti.

I commenti sono chiusi.