Quali misure possono essere adottate per uno studente DSA e ADHD che deve affrontare gli Esami di Stato?

Gentilissima,

volevo chiedere un’informazione: mia figlia a giugno dovrebbe sostenere gli esami di terza media.Essendo una DSA+ADHD come può svolgere gli esami di stato? In che maniera visto che durante i tre anni dopo diverse battaglie e liti a scuola a mia figlia non è mai stata data la possibilità di fare verifiche a scelta multipla o mappe o computer? Esistono leggi che possono tutelarla? Se si quale? È vero che si possono esonerare gli scritti dagli esami in alcuni casi? Questo non comporta poi la mancanza di diploma? Poiché mia figlia dovrà frequentare la scuola superiore. Grazie

Rossana Gabrieli – Gentile signora,

se sua figlia ha una certificazione di Disturbo Specifico di Apprendimento agli atti della scuola, avrà  beneficiato di un Piano Didattico Personalizzato, in cui saranno state esplicitate le adeguate ed opportune scelte metodologico-didattiche, le modalità di svolgimento delle verifiche e le scelte valutative, il ricorso agli opportuni strumenti compensativi e le relative misure dispensative.

La Leggi che tutelano i diritti degli studenti DSA sono la 170/2010 e le Linee Guida allegate al Decreto 12 luglio 2011. Tra le altre cose ivi indicate, si trova anche il riferimento all’esonero dallo studio della lingua straniera, che comporta l’acquisizione di un attestato e non di un titolo con valore legale.

Diverso, invece, il discorso relativo alla dispensa dalla valutazione della sola forma scritta della lingua straniera, perché in tal caso, invece, il titolo conseguito è legale, a tutti gli effetti.

I commenti sono chiusi.