Alunno litigioso, quali strategie

Sono una docente di lettere di scuola media. Quest’anno ho avuto un alunno DOP ed è stato molto faticoso gestirlo.Vorrei conoscere in maniera più dettagliata le strategie per poter gestire la dinamica relazionale della classe, in quanto questo alunno è litigioso.

Vorrei sapere se si potrebbe intervenire con un piano educativo individualizzato, anche se è normodotato. Quali sono le piste da seguire?

In attesa di un suo suggerimento, la saluto cordialmente.

Gentilissima,

Certamente in un caso come quello da lei indicato è possibile ed, anzi, auspicabile, redigere un Piano Didattico Personalizzato, riconoscendo la presenza di un Bisogno Educativo Speciale.

Ma ovviamente quello rappresenta soltanto il primo passo. Fondamentale è attuare, da parte dell’intero Consiglio di Classe, strategie educative e didattiche condivise e coerenti, sostenute sinergicamente anche dalla famiglia e definendo POCHE regole, ma chiare, che vengano rispettate da tutti.

Se poi il ragazzo viene seguito da uno psicologo è fondamentale prendere contatto con tale figura per ottenere spunti e suggerimenti in merito al caso specifico.

Infine, ricordo che i problemi comportamentali, in generale, non devono mai ricadere sul singolo insegnante, ma devono vedere il coinvolgimento di tutte le forze operanti all’interno dell’Istituto (GLI, dirigenza, Organi Collegiali, Comitato dei genitori ove presente, Referente BES/DSA).

Servizio di consulenza gratuito su BES e DSA su argomenti di carattere didattico e normativo. Risponderà Rossana Gabrieli. Invia il tuo quesito

ads

I commenti sono chiusi.